NOISY (IT)

NOISY (IT)

#24,821
5 followers
Siamo nel lontano 1990 quando DJ Noisy concretizza la sua passione per la musica e la "clublife notturna" fondando con gli amici il gruppo "OPERATIVA" che si occupa di prom... read more
Noisy (It) FacebookNoisy (It) Twitter

Biography

Location: Marina Di Carrara, Italy Italy
Genre: Chill Out

Siamo nel lontano 1990 quando DJ Noisy concretizza la sua passione per la musica e la “clublife notturna” fondando con gli amici il gruppo “OPERATIVA” che si occupa di promozione collaborando con alcuni dei club piu’ di “tendenza” della zona e di organizzazione di alcuni House party e Afterhours in Toscana e Liguria con i migliori DJ locali.

La crew di DJ Noisy, nata per gioco “just for fun” da un gruppo di amici DJs e PR (tra i quali Paolo Brunicardi,Menchini Paolo, Barattini Michele,Varriani Massimo,Fabio Rovere etc.) si fa presto notare nell’ambiente Underground ed organizza pochi, ma selezionati Party (con ospiti DJ S. D’Andrea,DJ T.Cecconello, DJ Luca Masini, DJ Fabiano Badalassi e l’amico produttore Muzak alias Pietro Pieretti per citarne alcuni) nell’era della musica House. La House music nasce a meta’ anni ‘80 a Chicago (dove la disco music locale e la dance europea si riformula in un nuovo suono secco ed essenziale dalla forte componente ritmica) per merito di pionieri DJs come DJ Frankie Knuckles, DJ Larry Heard, DJ Marshall Jefferson, DJ Lil Louis, DJ Farly “Jackmaster” Funk e DJ Pierre (che produce con il suo gruppo Phuture “Acid Tracks” il primo pezzo basato sul suono acido del modulatore di suoni Roland 303 dando vita all’Acid House che nell’88 esplodera’ a Londra nella “summer of love”, come DJ Noisy scoprira’ personalmente sul posto dove, si reca spesso per acquistare i vinili più rari);

era una vera e propria rivoluzione sonora legata ad un nuovo modo di essere e l’atmosfera di liberta’ e di gioia che si respirava nei clubs era simboleggiata dalla faccina sorridente dello “smile” (che a pensarci bene assomiglia al logo della Baia degli Angeli del 1974!). Contestualmente alla House di Chicago, a Detroit nasce la musica Techno (una fusione avveniristica di Funk ed Electro) grazie alla triade Derrick May, Juan Atkins e Kevin Saunderson. Sono i primissimi anni novanta e in Italia domina la piano House spensierata, ma DJ Noisy, coi pochi soldi a disposizione per comperare il vinile, seleziona attentamente il meglio che il mercato Underground poteva offrire. Molti dei dischi di allora sono ormai rarita’ per collezionisti (Leftfield, Shamen, Orbital, 808 State etc.) come del resto le prime uscite di etichette come Champion, Nu Groove, Strickly Rhythm , Nervous records, Warp e R&S, UR etc. solo per citarne alcune. E’ una stagione elettrizzante per i DJ produttori di tutto il mondo, non c’e piu’ bisogno di studi di registrazione professionali: per creare musica bastano una batteria elettronica, una tastiera e le pareti della tua camera da letto.

Requisiti semplici ed esenziali che favoriscono la proliferazione di nuovi stili. In Inghilterra si passa dal suono da Rave, veloce e minimale, alla House slanciata e raffinata. Dall’incontro dei suoni inglesi da Rave con la Hooligan Techno da stadio proveniente da Belgio e Olanda nasce la Hard Core, con la velocita’ dei pezzi che cresce vertiginosamente e con i suoni che si fanno piu’ crudi. In Germania, con produttori come Sven Vath & Jam & Spoon, spunta la Trance incrocio tra la High Energy moroderiana e una propensione lirica di maniera tutta teutonica. In Inghilterra finisce nel frattempo la moda del consumo esagerato di Extasy e nasce la mentalita’ “Chill Out” (letteralmente rinfrescarsi fuori: riprendersi! Talvolta scritta Cillout) e le sonorita’ Ambient si diffondono grazie a dischi e DJ set di gente come KLF, Orb, Mixmaster Morris e etichette come la Planet Dog records. Paralellamente prende forma una Techno piu’ da ascolto con Orbital, LFO e 808 State. Siamo nel ‘94 e questa tendenza inglese a rallentare il ritmo e a rilassarsi si rigenera nel “Trip Hop”, versione strumentale e psichedelica della musica Hip-Hop, presente nel catalogo di etichette come la Mo’ Wax e nel lavoro di artisti come l’americano DJ Shadow, il giapponese DJ Krush e lo scozzese Howie B. Il genere conquista per qualche anno il mercato grazie anche alla versione piu’ commerciale e cantata di artisti come Massive Attack, Portishead e Tricky e in piu’ gli si affianca la Jungle o Drum ‘n’ Bass, versione raffinata del primo Hardcore inglese.

DJ Noisy gia’ attento conoscitore delle atmosfere Electro avendo frequentato il Cosmic di D.Baldelli che tra tutti i DJ del movimento Afro era sicuramente uno dei più rappresentativi si appassiona a questo nuovo genere il Trip Hop e lo mescola con dischi dei Kraftwerk , Klaus Shulze, etc. (il cosidetto Cosmic Sound) riuscendo ad amalgamare i vari generi con la naturalezza di chi ha capito che la musica e’ un unico grande forziere dal quale pescare i tesori piu’ brillanti, abbattendo i confini temporali tra i vari stili e creando il proprio tipico Sound che ama definire l’AfroTrance. E’ appunto con questo nuovo stile che nei successivi 2 anni propone il suo stile Afro rivisitato Ethno Grooves/Electro/Downbeat al Baraonda dove convince e coinvolge anche gli addetti ai lavori. Le serate al Baraonda in compagnia di amici DJs come DJ OZO, MDJ e DJ Rickx(Riccardo Pennacchi), finiscono per impegni familiari e professionali fino a quando nel 2006 accetta l’invito dell’amico Fabio di Trento (alias DJ Phab4 studente a Pisa ai tempi di Operativa) che organizza dei Rave party (alcuni anche legali!) con il proprio gruppo 33trentrance (vedi www.goatrance.de) in collaborazione con alcune delle principali crew del circuito Psygoatrance (33TT, Fasu) e da allora ha partecipato alle varie Chill Out zone scoprendo nuovi stili come il Dubstep, la Chillgoa, l’Electro Lounge, etc. che hanno naturalmente influenzato ed arricchito di nuove innovative sonorità il suo stile trasversale ed aperto che lo caraterizza.

Elettrizzato da queste nuove sonorita’ Psydub DJ Noisy e Operativa Sound proporranno il loro inconfondibile sound Afrotrance che affonda le sue radici nell’Electrobeat fine anni ‘70 fino ad arrivare al Dubstep, attualissimo “Afrohouse”, tutti i giovedi’per tutta la stagione Estiva 2007 al discobar Baraonda e a seguire in vari locali e Party sparsi in tutta Italia e sulle frequenze di Contatto Radio (vedi il calendario delle serate) per tutti coloro che amano ballare le atmosfere Afro o che semplicemente vogliono rilassarsi ma non troppo con dell’ottima musica. Si ringraziano quelli del nuovo team Operativa Sound: Alessandro Giannoni (Administrator),Tradeshell.it (Web Site Producer), MarkSeven (Web Marketing), Riccardo Pennacchi (DJ Raggamuffin,Drum & Bass), Fabiano Badalassi (DJ Ambient,Dubstep), Phab4 (Psychill,Ambient,Dub), Fabio Brunicardi e Nicola (P.R. & Audio Service) e gli amici: Contatto Radio,L.Masini(designer & DJ), , Sorgenti A., Pieretti P.(Music producer)…… RECENSIONE A CURA DI ROVERE F.